Monna Lisa – 5 Segreti Che Non Conosci

Monna Lisa – L’opera del 16 ° secolo di Leonardo da Vinci, la Gioconda, è probabilmente l’opera d’arte più riconoscibile al mondo. Cosa c’è di così affascinante in questo particolare ritratto? Cosa l’ha resa l’opera d’arte più conosciuta e più visitata del mondo?
In realtà ci sono un sacco di misteri nascosti e messaggi segreti che circondano la Monna Lisa cinquecento anni dopo che è stato dipinto. Critici e storici stanno ancora discutendo sull’identità di Lisa e sul fatto che rappresenti un’immagine molto più grande di quello che si possa immaginare.

Ecco cinque segreti nascosti nella Gioconda.

1. GRAVIDANZA

Leonardo Da Vinci

 

La teoria di base è che le braccia incrociate sul ventre e la leggera pancia suggeriscono che fosse incinta e, storicamente, la Gioconda era effettivamente incinta del suo secondo figlio quando il dipinto fu finito (tra il 1503 e il 1506).

 2. INNOCENZA

Leonardo Da Vinci
Leonardo Da Vinci

       Ci sono molte altre idee sull’identità della Gioconda. Alcuni suggeriscono che fosse la madre di Leonardo da Vinci, altri che fosse un mix di modelli femminili e maschili, e alcuni addirittura ritengono che si tratti di un autoritratto dell’uomo stesso.

3. COLESTEROLO ALTO

Mona Lisa
pixabay.com

Concentriamoci sul motivo del suo sorriso. Forse Leonardo da Vinci raccontava una battuta divertente o forse aveva solo una personalità solare. Dato l’aspetto, secondo alcuni studiosi, alla Monna Lisa piaceva mangiare molti dolci, e per questo la ragione del suo sorriso era perché i suoi livelli di colesterolo erano preoccupanti: a quei tempi essere un po ‘ paffuto era un segno di ricchezza e potere.

4. CIGLIA E SOPRACCIGLIA

Leonardo Da Vinci
Leonardo Da Vinci

Allora, qual è il problema con quella faccia super liscia senza nè sopracciglia nè ciglia?
In realtà ci sono: i peli delle sopracciglia avrebbero potuto sbiadirsi o essere stati inavvertitamente cancellati da uno scarso tentativo di pulire il dipinto. Lives of Artists di Giorgio Vasari, scritto nel periodo in cui Leonardo da Vinci dipinse la Gioconda, la descrive con le sopracciglia folte, il che suggerisce anche che siano state rimosse accidentalmente.

5. SORRIDE O NO?!

Gioconda
Wikipedia

La professoressa Margaret Livingstone dell’Università di Harvard ritiene che il sorriso sia così modesto perché è per lo più disegnato in “basse frequenze spaziali”, tanto meglio da essere visto a distanza o con la visione periferica. Ciò significa che il sorriso è, in qualche modo, più evidente quando la guardi negli occhi che non nella bocca stessa.

 

Per altri articoli simili cliccate QUI!

whatculture.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *