5 episodi di terrore a Gardaland

Il parco divertimenti di Gardaland è un luogo estremamente affascinante. Appena si varcano i tornelli di entrata ci si sente immersi in una realtà piacevole, rilassante, e poi si inizia a percepire la scarica di adrenalina che pervade il nostro corpo, impazienti di salire sulle nostre giostre preferite. 

Tuttavia forse non tutti sanno che a Gardaland, nel corso degli anni, si sono verificati diversi incidenti: alcuni piuttosto gravi e altri, purtroppo, mortali. È proprio a causa di alcuni di questi incidenti che l’impresa ha deciso di tutelarsi, ponendo all’ingresso delle diverse attrazioni un elenco di raccomandazioni che ci sconsigliano di usufruire della giostra se presentiamo: limitazioni agli arti, problemi ossei o alla colonna vertebrale, cardiopatie, epilessia, claustrofobia.  

Photo credit: gardalandtamtam.com

 

Vediamo nel dettaglio quali sono gli incidenti che si sono verificati. 

 

L’ultimo incidente grave è avvenuto nel 2016 ha visto come protagonista una bambina di 6 anni che era insieme alla mamma sulla giostra delle tazze rotanti. A causa della forza centrifuga, la piccola è stata gettata fuori con violenza dalla giostra. In seguito alle urla della mamma, la bambina è stata soccorsa e ricoverata in prognosi riservata a causa di un trauma cranico.  

 

https://livesicilia.it

 

 Nel 2008 invece è stato un dipendente del parco a perdere la vita. Si chiamava Alessandro Fasoli, stagionale da due mesi nel parco divertimenti, addetto alla sorveglianza dei cancelletti di entrata e uscita delle stazioni della monorotaia (trenino); egli, durante la corsa, si è recato nell’area dell’attrazione per raccogliere una carta ed è stato travolto da un vagone.  

https://www.sporting04.it/

 

Nel 1999 e nel 2001 morirono due ragazzi, rispettivamente di 17 e 15 anni, dopo essere saliti sul Blue Tornado. Solo in seguito venne scoperto che i due soffrivano di problemi cardiovascolari. 

https://thelivingnews.it/

 

Ci fu poi l’incidente sulla ruota panoramica, nell’estate del 1992, nel quale si staccarono ben 4 cabine che caddero al suolo ferendo coloro che erano all’interno, ma anche coloro che aspettavano in coda di salire sulla giostra. Per fortuna non ci furono vittime, ma la giostra venne comunque demolita nello stesso anno.  

https://mikimoz.blogspot.com/

 

Infine nel 1985 un ragazzo diversamente abile morì schiantandosi sull’asfalto, facendo un volo dalla giostra dei seggiolini volanti, più nota come “calci in culo”.

Photo Credits: https://talemadretalefiglia.net

 

 

Laura Michieletto

La canzone che da sempre la rappresenta è Boulevard of Broken Dreams, un viale che ha imparato a conoscere e che affronta mettendosi sempre in gioco, nel quale ha constatato che per lei non esistono solo il bianco e il nero, ma un ventaglio inaspettato di altri colori.

View All Posts

1 comment on “5 episodi di terrore a Gardaland

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *